Home

Cura e assistenza al paziente. Tutela e sostegno alla famiglia.

Attività ed eventi

“HO 38 DI LEGGE”: I DATI SU CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE

Conferenza di presentazione organizzata a Roma dalla Fondazione Ghirotti

Sono stati presentati giovedì 14 marzo a Roma – nella bella cornice del Tempio di Apollo in Piazza di Pietra –  i dati raccolti ed elaborati dall’Osservatorio volontario per il monitoraggio dell’applicazione della L.38/2010 su Cure Palliative e Terapia del Dolore.locandina

Come già due anni fa nella I°conferenza, la coordinatrice dell’Osservatorio Livia Turco ha sottolineato l’importanza di monitorare le belle leggi che l’Italia ha e quanto sia necessaria la partecipazione attiva dei cittadini per valutarle. Ha poi espresso la sua preoccupazione per i dati di questo II°monitoraggio basati sulle risposte a un questionario distribuito da maggio 2017 a dicembre 2018 a un campione di circa 12.000 persone, da cui è emerso che la dignità del fine vita non è ancora considerata un tema prioritario e che c’è una tragica diseguaglianza nelle varie regioni d’Italia.frase

Rispetto ai dati presentati due anni fa –  ha poi specificato Vito Ferri, responsabile scientifico della Fondazione Ghirotti –  la conoscenza della legge 38/2010 è leggermente aumentata (dal 37% al 45%) ma si è abbassato il livello di soddisfazione (dal 78% al 64%) per i servizi di cure palliative sia domiciliari sia in hospice (- 14%).

Sui Centri di terapia del dolore, invece, il gradimento supera l’80% ma sono diminuite le prescrizioni del medico di famiglia per visite in centri specializzati (dal 35% al 26%). Tra le persone che conoscono l’esistenza della legge 38 solo il 35% sa che le strutture sanitarie sono obbligate a misurare il dolore e ad annotarlo nella cartella clinica, il 43% non conosce i farmaci oppiacei e l’8% pensa che servano solo a chi è in fine vita.