Home

Cura e assistenza al paziente. Tutela e sostegno alla famiglia.

Attività ed eventi

LA MUSICA COME CURA PALLIATIVA

Concerto a Villa Speranza per la festa di S. Martino

Fa riferimento alla breve introduzione del direttore generale Paolo Favari sulla Giornata delle Cure Palliative e sul patrono S. Martino il pianista Luca Belloni dell’Associazione Resonnance sabato 10 novembre a Villa Speranza per un concerto dedicato agli ospiti.
La musica è sostegno, conforto, avvolgente protezione, balsamo per l’anima – ha detto – e, in quanto tale, possiamo considerarla “cura palliativa”.
Poi ha iniziato a suonare per un pubblico molto partecipe, come in una vera sala da concerto anche se in uno spazio anomalo e ristretto (Ma nessuno dei nostri concerti è “piccolo” – ha precisato).
Una scelta attenta dei brani, tutti legati dal “fil rouge” della serenità e della speranza e preceduti da un brevissima guida all’ascolto.
Una delle Bagatelle di Beethoven (“lo sguardo amorevole sulla realtà” di un compositore pur sofferente nella sua malattia), un brano dallo Schiaccianoci di Tchaikowsky (“saper avere lo sguardo puro dei bambini”), il Sogno di Schumann (“ogni frase musicale è una ricerca della serenità”), il Mattino dal Peer Gynt di Grieg (“guardare la natura per capire che il mondo può essere ancora un bel posto”), La fille aux cheveux de lin dai Preludi di Debussy (“la contemplazione della Bellezza”) e così via, attraverso Chopin e Gershwin, fino all’ultimo splendido brano di Bach: la Sonatina dalla Cantata BWV 106, “sguardo sereno sulla luce del paradiso”.
concertofavri-concertoconcerto2concerto3