Home

Cura e assistenza al paziente. Tutela e sostegno alla famiglia.

Attività ed eventi

UN’ALTRA IMPORTANTE ADESIONE AL “MANIFESTO INTERRELIGIOSO”

Anche Federsanità ANCI firma la Carta con i nove Diritti nei Percorsi di Fine Vita

Dopo la FNOPI e la FIASO anche Federsanità ANCI – la Confederazione che riunisce le Aziende Sanitarie e Ospedaliere con le Conferenze dei Sindaci aderenti all’ANCI – ha firmato il “Manifesto Interreligioso dei Diritti nei Percorsi di Fine Vita”. La sottoscrizione della Presidente Tiziana Frittelli è avvenuta a Roma oggi, lunedì 22 luglio, nel corso dell’Assemblea annuale di Federsanità Anci. 67695608_2384334511602266_3190609128342945792_n
Alla Cerimonia sono intervenuti Angelo Tanese, Direttore Generale Asl Roma 1, Maria Angela Falà, Presidente Tavolo Interreligioso di Roma e Paolo Favari, Direttore Generale GMC – Università Cattolica/Hospice Villa Speranza, in rappresentanza dei tre Enti Promotori.
67188616_2384335348268849_7004188578477506560_n“L’adesione dei Comuni Italiani è la nuova conferma del fattore inclusivo rappresentato dal Manifesto, che è anche strumento di affermazione di valori universali – ha affermato Favari.

Fin dall’inizio con gli altri Promotori ci siamo posti l’obiettivo di dare concretezza ai nove diritti enunciati nel Manifesto Interreligioso per poterli diffondere e applicare all’interno delle strutture sanitarie e ospedaliere italiane.67318089_2384336018268782_2857651443807027200_n

Stiamo già lavorando in collaborazione con i rappresentanti delle confessioni religiose firmatarie per completare l’elaborazione di linee guida da mettere presto a disposizione di tutti gli operatori sanitari”.

Il Manifesto Interreligioso dei Diritti nei Percorsi di Fine Vita è stato presentato pubblicamente e sottoscritto il 5 febbraio 2019 nella Settimana Mondiale dell’Armonia Interreligiosa promossa dall’Assemblea Generale dell’ONU, alla presenza del Ministro della Salute Giulia Grillo e dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.67168641_2384336518268732_6449185259446599680_n

Ha poi ricevuto la Medaglia d’Argento della “World Interfaith Harmony Week”, prestigioso riconoscimento internazionale istituito con risoluzione delle Nazioni Unite su proposta del Re Abdullah di Giordania per promuovere il dialogo interreligioso e la reciproca comprensione tra le diverse tradizioni di fede o di pensiero, fondamentali per una cultura della pace.