Home

Cura e assistenza al paziente. Tutela e sostegno alla famiglia.

Attività ed eventi

XVI° Giornata del Sollievo al Policlinico Gemelli


img_1353Domenica 28 maggio al Policlinico “A. Gemelli” è stata celebrata la XVI° Giornata Nazionale del Sollievo, un’iniziativa dal grande valore sociale – promossa dal Ministero della Salute, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dalla Fondazione Ghirotti – per diffondere la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale e per stare accanto ai malati e condividere con loro momenti di festa e di riflessione.

img_1341Festa e riflessione sono stati infatti i principi ispiratori delle due manifestazioni che si sono tenute nella hall del Policlinico Gemelli, una al mattino e una al pomeriggio, entrambe introdotte dalla canzone-inno alla vita “Che sia Benedetta” di Fiorella Mannoia, interpretata con passione da Gaetano Ganci, per molti anni operatore sanitario del Gemelli.

In quella del mattino, condotta dalla giornalista televisiva Paola Saluzzi, è stato presentato il “Bagno Caldo” (Home Bed Shower System) uno speciale macchinario che permette di far provare al paziente gravemente malato e allettato il piacere fisico e morale di sentire di nuovo il proprio corpo avvolto da acqua calda. La macchina entrerà presto in funzione nell’Area di Radioterapia Oncologica del Policlinico, diretta dal prof. Vincenzo Valentini.

Interessante il tema della Tavola rotonda di questa prima parte della giornata: “Verso una Carta dei Servizi dell’Ospedale del Sollievo”, in cui il prof. Valentini ha proposto di aprire un cantiere di lavoro per stilarla perché l’inquietudine della persona che si scopre malata vuole risposte istituzionali. L’eccellenza nel trattamento sanitario non basta e il malato valuta l’insieme delle cure ricevute, a partire dall’accoglienza e dal rispetto della sua dignità come persona.

Alla fine della mattina, Fabrizio Frizzi al pianoforte e Claudio Lippi hanno vivacizzato la manifestazione e portato allegria e musica ai pazienti ricoverati grazie al collegamento televisivo in tutte le stanze del Gemelli.

Nel pomeriggio, la seconda parte della Giornata si è aperta con la testimonianza della Comunità di Sant’Egidio che ha inaugurato nel Campus di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore la “Villetta della Misericordia”, un centro di accoglienza che ospita persone senza fissa dimora.

Poi la Tavola Rotonda – moderata dal giornalista televisivo Roberto Giacobbo – su “La Carta delle Religioni e le Cure Palliative per le persone anziane”, proposta della Fondazione Maruzza e firmata lo scorso marzo per garantire i diritti e la dignità dei malati adulti partendo dalla informazione e formazione del clero di tutte le principali confessioni religiose che hanno l’autorevolezza per arrivare a tutti i vari livelli sociali della popolazione mondiale. Centrale l’intervento di S.E. Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita, sulla necessità di diffondere la cultura della vicinanza, della prossimità evangelica alle persone malate che vivono il dramma della inguaribilità e del fine vita. I progressi della medicina, che ci permettono oggi di vivere molto più a lungo, devono andare di pari passo con l’accompagnamento e con la tutela della persona malata.

Dopo la lettura di alcuni testi da parte dell’attore Franco Nero, la celebrazione eucaristica officiata da S.E. Mons. Paglia ha concluso la Giornata.